ESTA Usa: costo, passaporto, quando viene negata la registrazione: Paesi inclusi, Trump




Le nuove regole mettono in guarda tutti i cittadini che vogliono recarsi in America ma sono transitati o hanno sostato per turismo o altro nei 7 Paesi messi al bando da Trump. Non solo la provenienza anche avervi sostato.

I paesi autorizzati dagli Usa possono avvalersi dell’ESTA, non devono richiedere il visto, avvalendosi, quindi, del Visa Waiver Program. Ma ci sono dei requisiti oltre all’autorizzazione del Paese di provenienza. 

Cos’è l’ESTA?

ESTA – Electronic System for Travel Authorization può essere compilato tramite un modulo on line. Il costo dell’Esta è di 14 dollari e può essere fatto direttamente on line. E pagato con carta di credito. Il sistema elettronico di autorizzazione al viaggio ESTA consente quindi a cittadini di specifici paesi di recarsi negli Stati Uniti per turismo, affari o transito, nell’ambito del Visa Waiver Program. Con l’ESTA è possibile soggiornare negli USA per un massimo di 90 giorni.

Ecco i paesi ammessi a questo programma i cui cittadini possono richiedere l’ESTA.

Andorra, Australia, Austria, Belgio, Brunei, Cile, Corea Del Sud, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Monaco, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, San Marino, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Taiwan e Ungheria.

Con le nuove regole imposte da Trump la richiesta di questo modulo con registrazione può essere negata anche se si fa parte dei paesi autorizzati.

Quindi quali sono i criteri per chiedere l’ESTA e viaggiare con Visa Waiver Program?

Viaggiare esclusivamente per affari e/o per turismo.

Rimanere negli Stati Uniti non più di 90 giorni.

Possedere un biglietto di ritorno.

Per viaggiare con il Visa Waiver Program si deve richiedere un’autorizzazione al viaggio elettronica, (ESTA) prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, aereo o navale, in rotta verso gli Stati Uniti.

L’Esta è rilasciata online dall’autorità statunitense, previo pagamento di una tassa ($ 14), anche questa pagabile online.

PASSAPORTO PER GLI USA – Requisito obbligatorio per ottenere l’Esta è il possesso del passaporto elettronico. Il passaporto deve avere un microchip inserito frontalmente nella copertina. Il passaporto deve avere una validità residua di 6 mesi rispetto alla data di partenza dagli Stati Uniti.

In mancanza anche di uno dei requisiti elencati per usufruire del programma Visa Waiver Program, è necessario richiedere il visto.

Secondo le regole diffuse anche dal sito della Polizia di Stato Italiana la registrazione all’ESTA può essere negata anche a:

Coloro i quali hanno viaggiato in Libia, Somalia, Yemen, Sudan, Siria, Iran ed Iraq dopo il 1° marzo 2011 devono fare domanda di visto USA in quanto non possono registrarsi con ESTA.

Qualora il viaggio sia avvenuto per motivi ufficiali, è possibile registrarsi con ESTA rispondendo alle domande relative al viaggio intercorso dopo il primo marzo in uno dei sette paesi sopra menzionati: in caso di diniego della registrazione ESTA, si dovrà procedere alla domanda di visto USA.

Potete comunque contattare  l’Ambasciata americana per verificare la documentazione necessaria al vostro viaggio. Per tutte le altre informazioni generali il sito Viaggiare Sicuri del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. 

Questo articolo è stato scritto da Elisa BI. , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook