Aprile nero oltre al Covid19 terremoto a Roma e Napoli, incendi a Chernobyl e ponte crollato ad Albiano Magra




Il 2020 un anno da dimenticare!

Gennaio abbiamo sfiorato la terza guerra mondiale con tensioni tra Iran ed Usa. Tra gennaio e febbraio l’Australia brucia e gli incendi uccidono flora e fauna australiana oltre ai suoi abitanti. Marzo è pandemia mondiale per il Covid19.

Aprile si apre con un brutto terremoto a Napoli che per fortuna non ha generato danni ma solo tanta paura ma lo spettro del Vesuvio si fa avanti. La scossa, di magnitudo 2.9 con epicentro sulla dorsale Solfatara Pisciarelli, con profondità a 2,4 chilometri, ha scatenato il panico. Paura anche a Roma con un terremoto di magnitudo 3 nel comune di Tivoli nella giornata del 3 aprile. Il terremoto in questo momento in Italia sarebbe un reale problema a causa dell’epidemia sanitaria in corso che prevede la quarantena e l’isolamento sociale nella propria abitazione. 

Poi oggi, 8 aprile 2020, il crollo di un ponte in Toscana ad Albiano Magra al confine con la Liguria. Fortunatamente solo un ferito ed un tecnico TIM miracolato a bordo del suo mezzo di lavoro. Meno fortunato il corriere Bartolini rimasto ferito a bordo del suo furgone, soccorso e portato all’ospedale Cisanello di Pisa.

Per non dimenticare gli incendi nella foresta intorno alla ex centrale nucleare di Chernobyl. Teatro del disastro nucleare del 1986 . E siamo solo all’8 di aprile…..

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook