Emma Watson lotta per i diritti delle donne poi le hackerano le foto




Emma Watson prima linea per i diretti delle donne prima le critiche per il topless su Vanity Fair poi le hackerano le foto private.

Emma Watson aveva ricevuto diverse minacce su un prossimo attacco hacker del suo privato. Emma ha continuato a battersi per i diritti delle donne senza curarsi delle minacce.

“Sapevo fosse una truffa, sapevo che non esistevano le immagini. Non appena iniziato a parlare di diritti delle donne, ha ricevuto minacce”. Ha detto Emma Watson al canalrcn.com. 

Dopo le foto in topless su Vanity Fair sono state molte le polemiche che hanno seguito Emma Watson. Tra le immagini ci sono diverse prove dei vestiti in costume da bagno e bikini, in camerini o stanze d’albergo con diversi set e abiti. A quanto pare nulla di hot almeno secondo le fonti stampa.

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook