Covid-19 Polonia: allestito un ospedale da campo nello stadio di Varsavia, zone rosse e gialle




La Polonia sta allestendo il suo primo ospedale da campo per curare i pazienti affetti da coronavirus allo Stadio Nazionale di Varsavia.

L’ospedale da campo nello stadio avrà inizialmente 500 posti letto ma può crescere esponenzialmente. Impegnato nella costruzione l’esercito polacco.

La Polonia sabato ha riportato un nuovo record giornaliero di 9.622 casi di coronavirus, la cifra più alta da quando l’epidemia ha colpito il paese a marzo.

Il ministro della Sanità Adam Niedzielski ha detto che 152 regioni saranno designate come “rosse”, aggiungendo che si tratta di aree densamente popolate in cui vive oltre il 70 per cento della popolazione polacca.

Entrano in vigore in Polonia misure molto restrittive con zone “rosse” che sono cresciute in maniera preoccupante. 

Le scuole secondarie e le università nelle zone rosse tra cui Varsavia, dovranno passare alla formazione a distanza, mentre le feste di matrimonio non saranno consentite. 

Su autobus, metropolitane e tram in queste aree, la metà dei posti disponibili dovrà essere lasciata libera.

La scorsa settimana la Polonia ha  introdotto orari speciali per lo shopping per le persone di età superiore ai 60 anni tra le 10:00 e le 12:00.

Le persone devono coprirsi la bocca e il naso quando sono all’aperto in luoghi pubblici e nella maggior parte degli ambienti interni a livello nazionale.

Il ministro della Sanità polacco Adam Niedzielski questo mese ha promesso ” tolleranza zero ” verso le persone che violano le norme sanitarie in mezzo al picco di infezioni, avvertendo che i trasgressori sarebbero “severamente puniti”.

Nelle zone designate come “gialle” – aree giudicate con il secondo livello di rischio più alto – i ristoranti potranno servire solo da asporto dopo le 21:00, mentre le piscine, i parchi acquatici e le palestre dovranno chiudere. Eventi sportivi senza pubblico. 

Un totale di 183.248 persone sono risultate positive al coronavirus in Polonia dall’inizio della pandemia e 3.614 sono morte finora in relazione alla malattia respiratoria COVID-19 (dato di oggi 19 ottobre 2020).   

(Fonte:polskieradio.pl)

 

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook