Sonda Cassini Foto Nasa e Wikipedia: si tuffa tra gli anelli di Saturno prima della distruzione




Google festeggia con un Doodle la missione della Sonda Cassini.

La sonda si compone di due elementi: l’orbiter Cassini della NASA e il lander Huygens dell’ESA. Questa collaborazione tra NASA ESA E ASI ha dato vita alla missione iniziata 20 anni fa. Era Il 15 ottobre 1997 quando la Sonda Cassini fu lanciata nello Spazio. La missione è quella di studiare Saturno, comprese le sue lune e i suoi anelli. 

Cassini è entrata nell’orbita di Saturno, il 1º luglio 2004.

Il 25 dicembre 2004 la sonda si è diretta verso la principale luna di Saturno, Titano. Il 14 gennaio 2005  è scesa nell’atmosfera del satellite e durante la corsa ha raccolto dati sull’atmosfera, immagini della superficie, rumori dall’ambiente circostante. Ha toccato il suolo dopo una discesa di 2 h e 30 m ed ha poi continuato a trasmettere il suo segnale per altri 90 minuti.

Il 12 marzo 2008 – Sorvolo ravvicinato di Encelado ad una distanza di 52 km. Durante la manovra la sonda ha attraversato il materiale eiettato dai geyser della luna, rilevandone la composizione: acqua e composti organici. Inoltre è stata rilevata la temperatura superficiale delle bocche: superiore di 93 °C alle regioni circostanti.

Il 15 settembre 2017: programmata fine della missione con traiettoria per entrare nell’atmosfera di Saturno con conseguente distruzione della sonda.

Come è alimentata la Sonda Cassini? Essendo distante dal Sole i pannelli solari avrebbero dovuto essere molto grandi e quindi pesanti quindi si è puntato su un altro tipo di “sostentamento”.L’orbiter è alimentato da tre radioisotope thermoelectric generators.

I generatori atomici della sonda Cassini sono unità RTG passive: non hanno reattori atomici, ma sfruttano semplicemente il calore prodotto dal decadimento radioattivo di una piccola quantità di plutonio per produrre corrente elettrica.

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SULLO SPAZIO SONO ANCHE SU FACEBOOK!



Commenta su Facebook