Ragno Violino come riconoscerlo, foto: sintomi post morso




Ragno Violino scatena la psicosi a Roma: habitat, come riconoscerlo, sintomi, punture e centro antiveleni.

RAGNI VELENOSI IN ITALIA – Cosa c’è da sapere sul ragno Violino? Come riconoscerlo? Sintomi e primo soccorso. Cosa fare se si viene punti dal ragno violino. 

Il ragno violino ha un morso velenoso anche per l’uomo è si trova in tutta la penisola italiana ma è presente anche negli Stati Uniti.

CARATTERISTICHE COME SI RICONOSCE – La femmina ha il corpo lungo 8–13 mm, il maschio, più piccolo, è caratterizzato da zampe più lunghe. Si chiama ragno violino per una macchia scura a forma di violino col manico che si estende verso l’addome. Non è aggressivo spesso tende a scappare. Ma il suo morso viene sferrato dall’aracnide in caso si senta messo in pericolo.

Il suo veleno provoca la necrosi dei tessuti colpiti e nei soggetti allergici può dar vita al cosiddetto loxoscelismo, con formazione di un’ulcera che può estendersi di alcuni centimetri. Dopo trattamento medico, tende a guarire dopo parecchie settimane, lasciando al suo posto una cicatrice più o meno estesa. Ci sono stati solo 2 decessi In Europa di cui uno in Sardegna. Pare che il soggetto soffrisse di altre patologie gravi ed il decesso non sia dovuto al morso ma alle malattie.

Habitat Ragno Violino – Preferisce zone asciutte e non molto frequentate. Le ragnatele sono molli e appiccicose, di colore grigiastro o bianco sporco. Tende a stare in luoghi bui (non ama affatto la luce) non lo troverete in casa in pieno giorno. Per mordere bisogna proprio che capiti tra i vestiti, nelle scarpe o sul cuscino o tra le lenzuola. Tende sempre a dileguarsi appena avverte l’uomo.

Sintomi post morso del ragno violino:

inizialmente appare come un banale puntuta di zanzare. Poi sulla zona si forma una sorta di bolla che presenta un liquido biancastro. In seguito la zona appare necrotizzata.

In rari casi può portare febbre, vertigini, vomito, brividi e dolori muscolari.

CRONCA – In questi giorni è balzata alla cronaca il caso della signora Isabella Onofrii, punta dal ragno durante una gita n un bosco di Bomarzo, in provincia di Viterbo. La donna è stata morsa sul piede e sotto il mento. La donna pensava inizialmente si trattasse di una puntura di zanzare. “La caviglia era diventata enorme e anche sotto il mento tutto ingrossato. La cosa peggiore è stato il malessere generale. Vedevo annebbiato, avevo sbandamenti e tanta stanchezza. E ancora oggi a distanza di un mese dalle punture, il mal di gola persiste”. 

CURA – Non esistono antidoti o trattamenti farmacologici specifici per il morso di ragno violino. In alcuni casi più gravi si usano trattamenti antibiotici o cortisonici.

Centro antiveleni si trovano in ogni regione italiana basta consultare il sito del ministero della salute per avere la lista completa con numeri di telefono ed indirizzi. (Numero verde 800883300).

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook