Covid19 Usa supera la Cina per i contagi, l’Italia supera gli 80 mila




Il Covid19 si sta espandendo velocemente nel resto del Mondo. Europa e Usa superano la Cina. L’occidente non riesce a contenere l’epidemia.

Tragica la situazione di oggi nel resto del mondo dopo l’epidemia di Coronavirus iniziata in Cina. L’Europa e gli Usa superano la Cina ed i numeri continuano a salire e potrebbero raddoppiare.

Lo sconforto del governatore della Lombardia nella conferenza stampa di ieri, dopo aver annunciato i numeri nella sua regione ha messo in dubbio le misure di contenimento che però ricordiamo sono state attuate solo 17 giorni fa in tutta Italia. E i primi 10 giorni dei 17 gli italiani sono stati poco rigorosi e non hanno compreso l’importanza del “io resto a casa per salvare e salvarmi la vita”. Poi sappiamo che media di incubazione è 14 giorni anche se per alcuni casi si parla anche di 21. E stiamo pagando gli assembramenti avvenuti da gennaio al 10 marzo quando abbiamo sottovalutato i contagi. 

I primi risultati si potrebbero vedere proprio nella data della fine delle norme varate dal consiglio dei ministri. Quindi potremmo vedere ancora numeri poco confortanti questa settimana. Se al sud i sindaci e governatori sono in guerra per l’irresponsabilità dei loro cittadini che dal nord hanno dato vita ad un esodo senza precedenti nel sud, al Nord è emergenza. Gli aiuti di Cina, Cuba, Russia ma anche America e Sassonia sono arrivati ma, in piena emergenza, la burocrazia ha generato ritardi sia nella consegne dei materiali che nelle misure da adottare. Il mondo è impreparato ad una pandemia di questi livelli. Un virus altamente contagioso, resistente e sconosciuto la cui origine ha generato dubbi e fake news. Ma ancora oggi non è chiaro come possiamo debellarlo e le cure sono ancora sperimentali intanto la gente muore sola mentre medici e personale sanitario sono al collasso. 

In Usa (85.991 ad oggi 27 marzo) l’epidemia è scoppiata in pochi giorni i numeri hanno superato la Cina (81.782) e l’Italia (80.589 ieri 26 marzo si attende in bollettino dello 18 di oggi). Quest’ultima ben più piccola dell’America ma sta sfiorando numeri inattesi e preoccupanti. Intanto ogni bollettino è un colpo al cuore per gli italiani che ogni giorno devono affrontare un lutto enorme. Centinaia di persone muoiono sole. 

Le misure di contenimento usate dall’Italia stanno diventando un modello per tutte le nazione colpite dal Covid19. E tra critiche e sconforto gli italiani vanno avanti e devono restare in casa nella speranza di vedere quella maledetta curva scendere e poter festeggiare come ha fatto la Cina dopo più di 2 mesi di epidemia ed isolamento. 

La Spagna ha morti (4.365 ad oggi 27 marzo) e contagi (57.786 ad oggi 27 marzo) che galoppano e, come l’Italia, in decessi ha superato la Cina. La nazione iberica è in ginocchio. Anche la Germania (43.938 contagi – 267 morti ad oggi 27 marzo 2020) vede i suoi numeri salire ma con meno decessi rispetto all’Italia e alla Spagna

Sotto la lente di ingrandimento anche la Francia con quasi 30 mila contagi. E con una crescita importante. 

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook