Coronavirus Italia: un caso sospetto a Tivoli




Un operaio dell’hotel Palatino potrebbe aver contratto il corona virus. Trasferito da Tivoli allo Spallanzani.

In attesa della conferma l’ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli ha attuato la procedura di sicurezza trasferendo l’operaio all’ospedale Spallanzani.

 

Il presunto contagiato sarebbe un 41enne operaio romeno, residente a Vicovaro che nella giornata di ieri, 30 gennaio 2020, intorno alle 18 si sarebbe presentato presso l’ospedale di Tivoli manifestando i sintomi compatibili con il Coronavirus.

La procedura di trasferimento allo Spallanzani è scattata quando  l’operaio ha specificato che nei giorni scorsi aveva lavorato presso l’Hotel Palatino di via Cavour a Roma. Hotel nel quale hanno soggiornato i due cinesi positivi al contagio del Coronavirus. E l’operaio sosterebbe che potrebbe essere entrato a contatto con il turista cinese infetto.

Tenuto in isolamento a Tivoli dove il personale ha indossato le maschere, obbligatorie tutt’ora, è stato trasferito nella notte allo Spallanzani per una verifica di contagio.

Ma a quanto pare: “In merito all’operaio dell’Hotel Palatino non ci deve essere nessun allarmismo. L’uomo, che nella notte e’ stato trasferito dall’ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli allo Spallanzani, non e’ mai entrato in contatto con i due soggetti che sono risultati positivi. Il virus si trasmette per stretto contatto diretto.

La ASL di competenza Roma 5 ha rispettato le procedure operative previste e lo ha trasferito esclusivamente a scopo precauzionale. La situazione non desta preoccupazione”.

Lo comunica in una nota l’Assessorato alla Sanita’ e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio all’AGI, Agenzia Giornalistica Italia

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook