Fabrizio De Andre morte, canzoni, film, figli, biografia, il rapimento, le mogli Enrica Rignon e Dori Ghezzi




Stasera la fiction sulla vita di Fabrizio De Andrè: una biografia su pellicola che arriverà ad Hollywood.

Fabrizio De Andrè conosciuto anche come Faber che gli dette l’amico d’infanzia Paolo Villaggi. De André ha inciso tredici album in studio, più alcune canzoni pubblicate solo come singoli e poi riedite in antologie. E’ stato uno dei più famosi cantautori italiani. 

Insieme a Bruno Lauzi, Gino Paoli, Umberto Bindi e Luigi Tenco è uno degli esponenti della cosiddetta Scuola genovese.

Fabrizio De André nasce il 18 febbraio 1940 nel quartiere genovese di Pegli, in via De Nicolay 12, dove, nel 2001, è stata posta una targa commemorativa dal Comune di Genova. Inizialmente vuole seguire le orme del fratello Mauro e si iscrive a Girusprudenza ma poi lascia gli studi con l’arrivo dei primi contratti discografici. Seguono anni sregolati tra abuso di alcool e frequentazioni diverse da quello che era la sua educazione famigliare. La sua compagna, nel periodo 1960-61, fu una prostituta di via Prè, Anna mentre vive, per alcuni periodi dal 1957, ospite in casa di un amico tetraplegico. Qui cerca di guadagnarsi da vivere arrivando a suonare anche sulle navi da crociera.

Nell’estate del 1960, Fabrizio, insieme a Clelia Petracchi, che scrive il testo con lui, compone quella che lui ha sempre considerato la sua prima canzone, La ballata del Miché, in cui è marcata l’influenza della canzone esistenzialista francese.

Il 2 maggio 1963 avviene il debutto televisivo del cantautore, che nel programma Rendez-Vous, condotto da Line Renaud con la regia di Vito Molinari e trasmesso dal primo Canale canta Il fannullone.

Nel 1964 incide La canzone di Marinella, che gli darà il grande successo e la notorietà a livello nazionale tre anni dopo, quando sarà interpretata da Mina; il testo è in apparenza fiabesco ma ispirato a un fatto di cronaca. Da qui l’ascesa di De Andrè.

Vita Privata – Il rapimento in Sardegna.

Si sposa per la prima volta con Enrica Rignon nata nel 1933 da una famiglia genovese e morta nel 2004. E’ la madre di Cristiano De Andrè nato nel 1962. La coppia divorzia nel 1975.

In sala registrazione conosce l’amore della sua vita Dori Ghezzi che gli fu presentata proprio da Cristiano Malgioglio. La coppia si sposa il 7 dicembre 1989, dopo quindici anni di convivenza. Beppe Grillo è stato il testimone di nozze di De Andrè.

Nella seconda metà degli anni settanta, in previsione della nascita della figlia Luisa Vittoria, De André si stabilisce nella tenuta sarda dell’Agnata, a due passi da Tempio Pausania, insieme a Dori Ghezzi. La sera del 27 agosto 1979, la coppia fu rapita dall’anonima sequestri sarda e tenuta prigioniera nelle pendici del Monte Lerno presso Pattada. E’ stata liberata 4 mesi su pagamento di riscatto, (circa 550 milioni di lire), in buona parte pagato dal padre Giuseppe.

Nel 1998 fu diagnosticato un carcinoma polmonare e decise di non esibirsi più. De André morì nella notte dell’11 gennaio 1999, a 58 anni, all’Istituto dei tumori di Milano, dove era stato ricoverato con l’aggravarsi della malattia. I funerali si svolsero nella Basilica di Santa Maria Assunta in Carignano a Genova il 13 gennaio.

 

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook