La Fabbrica, delle batterie “esplosive” del Galaxy Note 7, è andata a fuoco




Il Galaxy Note 7 è stato ribattezzato: il cellulare esplosivo. Proprio per il difetto legato alla batteria.

Le prime denunce nel corso dei mesi sono aumentate. Molti hanno visto andare in fiamme il cellulare nuovo di zecca. Questo cellulare è diventato talmente a rischio che sull’aereo viene annunciato di comunicare se si è in possesso di un Samsung Galaxy Note 7 e scollegare la batteria al telefono. 

E’ arrivata la notizia che la fabbrica in Cina che si occupava proprio delle batterie sia andata a fuoco .L’incendio sarebbe divampato in un deposito, dove venivano conservate le batterie. E’ stato prontamente spento. La fabbrica si trova a Tianjin, in Cina, ed è adibita nella produzione dello smartphone Samsung Galaxy Note 7.

Al momento pare che Samsung si sia presa le sue responsabilità indagando sul componente difettoso ed avviando la produzione di nuove batterie al litio, per la cui sicurezza ha investito 129 milioni di dollari. 

Questo articolo è stato scritto da Alessio Menichetti , autore NotizieWebLive

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SULLA TECNOLOGIA SONO ANCHE SU FACEBOOK!



Commenta su Facebook