Pillola PrEP per prevenire l’Aids: costosa e non sostituisce il preservativo




La pillola PrEP: è uno strumento in più per chi ha un’alta probabilità di contrarre il virus dell’Aids ma costa molto.

Ma come funzione e come viene somministrata la pillola PrEP? Prevede la somministrazione di due antivirali, il tenofovir e l’emtricitabina, una compressa al giorno.

Non sostituisce il preservativo. E’ uno strumento utile in più per coloro che sono più a rischio di contrarre il virus. 

“Non c’è dubbio che da un punto di vista scientifico sia uno strumento di prevenzione utile ed efficace nelle persone a rischio. Il problema, però, diventa politico-sanitario quando si passa alla sua utilizzazione nella pratica”. Afferma Massimo Galli direttore della Clinica di Malattie Infettive all’Università di Milano, Ospedale Sacco.

Può contrastare l’Aids ma non le altre malattie sessualmente trasmissibili. Su questo c’è molta confusione previene l’Aids ma non malattie come l’epatite C.

Inoltre la pillola è molto costosa. In Francia viene pagata dal servizio sanitario e negli Usa viene supportata delle assicurazioni sanitarie ma in Italia è a carico del paziente.

Così scatta la ricerca sulle vendite on line dove vi sono ottime offerte ma quanto sono sicure quelle vendute sul web? E, soprattutto, quanto si specula sua questo farmaco?

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook