Adana in Turchia: possibile terremoto di magnitudo 7 case demolite




Adana è la quinta città turca in termini di popolazione, capoluogo della provincia omonima. Sorge sul  Mare di Levante, presso il fiume Seyhan.

Amministrativamente Adana costituisce uno dei comuni metropolitani della Turchia, formato dai centri urbani di 4 distretti: Çukurova, Sarıçam, Seyhan e Yüreğir. La città è stata fondata da Alessandro Magno.

Uno dei luoghi più suggestivi della città è la moschea centrale Sabancı ma anche il ponte romano Tas Kopru che congiunge le sponde del fiume Seyhan. Fu costruito durante il regno di Adriano nel II secolo.

Oggi l’amministrazione locale sta pensando di demolire tutte le case costruite con i vecchi regolamenti. Questo a valle della sismicità della zona. Infatti ,Adana di fronte alla possibilità di un forte terremoto potrebbe essere distrutta nella parte non ristrutturata dopo il 1998. Questo allarme è stato preso in considerazione dopo il fortissimo terremoto a Smirne.

Hasan Aksungur, presidente della sezione di Adana, ha dichiarato che dopo il terremoto di Ceyhan del 1998 Adana era una zona sismica di 1 ° grado.

Il regolamento sui terremoti è stato rinnovato dopo il terremoto del 1998 e che gli edifici che non hanno ricevuto ristrutturazioni ed adeguamenti alle norme potrebbero essere distrutti da un terremoto. Per questo si sta pensando ad una modifica anche nella costruzione di case nella città concentrandosi nella parte nord dove il terreno sembra più stabile rispetto ai criteri anti sismici.  Mentre nella parte meridionale ci saranno nuovi regolamenti come edifici non troppo alti per evitare cedimenti strutturali di fronte ad una forte scossa di terremoto.

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook