Silvana Barbieri Reggiani contro l’eredità della figlia Patrizia Reggiani, Lady Gucci




Silvana Reggiani: “mia figlia è influenzabile non è in grado di gestire il patrimonio”.

Patrizia Reggiani condannata a 17 anni di carcere per essere la mandate dell’omicidio del marito Maurizio Gucci. Oggi è tornata libera ma con un eredità imponente che a dire della madre 90enne Silvana non sarebbe in grado di gestire. 

A Storie Italiana è la stessa Patrizia a confessare: “forse mia madre lo fa per il mio bene“. Si teme che Patrizia Reggiani abbia ancora contatti con la famosa maga ma l’avvocato della Reggiani smentisce che vi siano ancora rapporti.

Contro Patrizia, ereditaria di un patrimonio grazie ad un accordo pre matrimoniale con Maurizio Gucci, le figlie Allegra ed Alessandra Gucci e la madre Silvana Reggiani.

Accordo pre matrimoniale Gucci-Reggiani.

Nell’accordo, registrato come “promemoria d’intenti”, Gucci si impegnava a corrispondere alla ex moglie 1,1 milioni di franchi svizzeri l’anno, vita natural durante. Il 14 settembre 2016 la quarta sezione civile della Corte d’appello di Milano ha riconosciuto il diritto di Patrizia di ricevere i dagli eredi di Maurizio (ossia le due figlie Allegra e Alessandra), nonostante la condanna: un assegno di un milione l’anno e 24 milioni di euro di arretrati. 

Le figlie si sono sempre rifiutate di versare tale somma alla madre. In quanto mandate dell’omicidio del padre trovano immorale dare una parte dell’eredità di Maurizio Gucci alla sua assassina. Allo stesso tempo Patrizia è ereditaria di un patrimonio famigliare e personale non indifferente stimato proprio con un importante patrimonio immobiliare. La madre Silvana Barbieri Reggiani si è rivolta in tribunale con una perizia depositata sull’inaffidabilità della figlia facilmente influenzabile da certe frequentazioni.

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook