Live non è la d’Urso: tutti vip che hanno avuto il Covid saranno sui ospiti… questo spiega la “moda tampone” su Instagram




La stessa Selvaggia Lucarelli aveva parlato di questa “strana moda” di condividere sui social la propria positività al Covid come se fosse uno status symbol! E in molti si sono chiesti perchè? Ora abbiamo la risposta!

Con una sottile ironia ma anche un’invidiabile capacità di colpire sempre nel segno, la giornalista Selvaggia Lucarelli aveva messo in evidenza tramite le sue stories di Instagram lo strano fenomeno dei vip: “Sono positivo al Covid dopo la vacanza bene ora vi mostro la mia quarantena e come vivo, intanto vi consiglio questo e quello con un codice sconto speciale ecc”. Per non parlare della malsana ironia di alcuni vip… ironizzando sul Covid come se fosse una situazione da ridere. Dimenticando completamente tutto quello a cui abbiamo assistito, e stiamo ancora vivendo, nei mesi del lockdown!

Io penso che “l’immagine dei camion in fila ordinata che trasportavano decine di bare in un irreale silenzio quasi un grido di dolore che ti arriva al cuore non lo scorderò mai!“. Come le foto del personale sanitario, dai medici agli infermieri alle e agli oss, oppure i famigliari con le lacrime agli occhi che non possono neppure dire addio ai propri cari ma solo salutarli da lontano in una bara chiusa o ancora peggio in un urna. E chi si è ammalato aggravandosi provando la terribile sensazione di non riuscire a respirare ricordo ancora la descrizione di un malato: “era come avere del nastro isolante che ti chiudeva la bocca con piccolissimo foro”. Pensate a quelle persone morte sole, intubate consapevoli che non avrebbero rivisto genitori, moglie, marito, figli, nipoti ogni persona a loro cara.

Avete ancora voglia di ridere con siparietti agghiaccianti nella loro insensatezza?

Ma cosa siamo diventati? Incredibile vedere un business sfruttando la “visibilità” dettata dalla pandemia.

E molti ci siamo chiesti perchè mostrare una parte privata della propria vita e dichiarasi positivi al tampone come se fosse un vanto? C’è solo business “vendita”?

Ora abbiamo capito: ennesimo “bagno di visibilità retribuito” servito sul piatto d’argento!

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook