Sanremo titolo sbagliato: confondono Savino con Favino. Ironia di Fiorello su Twitter




Carta stampata- Errore del titolista scatena ironia su Twitter. Nicola Savino diventa: “Favino silura la Gregoraci”. Fiorello pubblica lo “sceen” del quotidiano su Twitter.

Non è chiaro quale quotidiano abbia sbagliato il titolo sul proprio articolo rispetto all’accusa Elisabetta Gregoraci per la sua esclusione da Sanremo 2020.


Ma, sicuramente, non è sfuggito a Fiorello, parte integrate di questo Sanremo 2020, che ha buttato in “caciara” un errore di battitura, in gergo “refuso”, nel quale si confonde il conduttore Savino con l’attore Favino.

Noi siti web non siamo “immuni” ai refusi, soprattutto, noi piccoli blog che dobbiamo”combattere” con i grandi portali per scalare la classifica “news”ed avere un buon piazzamento sui motori di ricerca. Quindi sorridiamo rispetto a questo refuso. Ma, sicuramente, un errore “non correggibile” sulla carta stampata ha un’altra valenza. 

Spesso si scrive di fretta e con l’ansia: ” devo arrivare prima di… devo assolutamente pubblicare” e quindi sul web avvengo pubblicazioni frettolose e non prive di errori. Poi correggibili con un click. 

Ma sulla carta stampata c’è un intero staff che si occupa della buona riuscita di un articolo. Soprattutto, c’è un correttore di bozze “umano”: non uno automatico degno del famoso “T9”. 

L’errore di battitura non sarebbe comunque un problema se non apparisse nel titolo ed il refuso non avesse generato un cognome reale e tra l’altro volto del passato Sanremo nonchè protagonista proprio di un film con una tematica politica. Quindi questo rende il tutto più ironico perchè la Gregoraci tira in ballo proprio “un’esclusione” a causa della politica. Lei ex moglie di un sostenitore di destra, quando, a suo dire, Nicola Savino sarebbe a favore della sinistra. 

Ecco come si monta “una polemica social” in un secondo. Soprattutto se a scatenare l’ironia ci pensa un maestro: Fiorello! Che sicuramente ha voluto sdrammatizzare senza puntare il dito. Anche perchè ogni “virgola” detta da Amadeus monta un polemica inutile per uno spettacolo che dovrebbe essere leggero non un contenitore del “politicamente corretto”. 

AMADEUS SUL PATIBOLO  –  Oggi si parla di sessismo di fronte ad un complimento sull’indubbia bellezza delle “donne di Sanremo 2020“. Ancora di più fa polemica la frase “è sempre stata un passo indietro al fidanzato” (riferita a Francesca Sofia Novello verso il fidanzato Valentino Rossi).

Viene interpretato “una donna che sta dietro ad un uomo”. Quando semplicemente intendeva “non si è mai fatta pubblicità in modo scorretto grazie alla popolarità del fidanzato ed ha contato solo sulle proprie capacità”. Dai sembra una caccia alle streghe! Se avesse usato “non ha sfruttato per un suo rendiconto personale la popolarità del fidanzato” (riferito a Valentino Rossi). Oggi si parlerebbe di accusa per qualsiasi altra fidanzata con un compagno famoso che invece ha “usato” la popolarità del fidanzato o marito. 

 

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook