Jonghyun star sudcoreana si è suicidato? La causa della morte e l’ultimo messaggio




Kim Jong-hyun membro della band K-Pop degli SHINee, è morto. Si parla di suicidio.

Kim Jong-hyun è stato trovato incosciente nel suo appartamento a Seul. In ospedale è deceduto.

La causa della morte pare sia avvelenamento per monossido di carbonio. Aveva solo 27 anni era nato a Seul l’8 aprile 1990. E’ stata la sorella della pop star sudcoreana a chiamare i soccorsi dopo il messaggio di Kim Jong-hyum.

Per piacere lasciami andare, dimmi che ho fatto bene. Questo è il mio addio finale“. Subito è scattata l’ipotesi di suicidio dopo questo messaggio diffuso dalla sorella.  Lo stesso messaggio che ha fatto scattare i soccorsi che hanno trovato Kim sdraiato sul pavimento del suo appartamento privo di conoscenza è poi deceduto in ospedale dopo svariati tentativi per rianimarlo.

Kim Jong-hyun è stato il cantante principale (main vocalist) della boy band sudcoreana SHINee, ma partecipò anche al gruppo-progetto della sua agenzia S.M. The Ballad. Kim Jong-hyun debuttò come cantante solista il 12 gennaio 2015, con il suo primo EP, intitolato Base. Nello stesso anno, il 17 settembre, pubblicò l’album compilation Story Op.1, mentre il 24 maggio 2016 il suo primo album esteso, intitolato She Is. Il 24 Aprile 2017 pubblicò il suo secondo album compilation Story Op.2.

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook