Wycon non nuovi rossetti ma costretta a rifare i negozi copiati a Kiko




Kiko contro Wycon: ci hanno copiato i negozi. Il giudice da ragione a Kiko: Wycon deve cambiare i punti vendita.

La sentenza è in attesa della cassazione ma al momento Wycon è stata condannata per “concorrenza parassitaria“. Wycon dovrà pagare una multa 700 mila euro e dovrà modificare 120 negozi perchè sono stati copiati da quelli di Kiko. 

Kiko accusa Wycon di averle copiato troppo al punto da creare confusione tra i clienti usando addirittura un grembiule decisamente copiato.

La Corte d’Appello di Milano ha attestato che il concept di arredamento che caratterizza i negozi Kiko ha “carattere originale e creativo” e che merita tutela ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Ma Wycon non ci sta: “Si precisa di essere in netto disaccordo con tale pronuncia, che sarà oggetto di impugnazione in Cassazione. Wycon ritiene infatti che le domande svolte da Kiko siano infondate, come già riconosciuto in diversi altri procedimenti giudiziari sia in Italia sia all’estero“.

Wycon si avvale della sentenza del Tribunale di Lisbona che ha dichiarato che l’allestimento dei negozi Kiko non è originale e non può essere oggetto di tutela. Sentenza del 2017. Ed è pronta a ricorrere in cassazione.

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook