Terremoto di Ischia i dati sbagliati: l’epicentro era a Casamicciola non in mare




A cinque giorni dal sisma nuovi dati sul terremoto di Ischia: cambia epicentro e profondità. Sotto accusa sui social gli esperti.

Vulcanologi e sismologi allibiti da valori incongruenti rispetto a quello che la storia sismica del luogo insegnava. Dati ballerini, a quanto pare, causati da “storico non congruente con questo terremoto”. 

I dati, resi ufficiali dall’INGV, non sono gli stessi diffusi nelle prime ore post sisma. Lo storico sismico non combacia con questo terremoto. I dati resi ufficiali ieri sono i seguenti: il magnitudo resta 4.0 ma la profondità ipocentrale è di 1 chilometro 730 metri e un epicentro localizzato in via Santa Barbara, a Casamicciola.

Nel comunicato dell’INGV:

I parametri ipocentrali presentati alla CGR localizzano il terremoto a 1 km SW di Casamicciola Terme (NA), con coordinate geografiche (lat, lon) 40.74°, 13.90° a una profondità di circa 2 km. Il forte danneggiamento rilevato nella zona alta di Casamicciola con intensità macrosismica VIII, oltre alla scarsa resilienza del costruito, è dunque imputabile sia alla superficialità dell’evento, che all’amplificazione locale dei terreni che ha dato valori di accelerazione del suolo di circa 0.28 g e di velocità di scuotimento del suolo di quasi 18 cm/s.

Questo articolo è stato scritto da Elisa BI. , autore NotizieWebLive

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUI TERREMOTI SONO ANCHE SU FACEBOOK!



Commenta su Facebook