Marco Carta è innocente “non ha commesso il fatto”




Quando la notizia ha iniziato a diffondersi a
macchia d’olio su tg e portali web sembrava un pesce d’Aprile. Invece il cantante sardo secondo la maggior parte dei mezzi di informazione era colpevole: nessun condizionale. Eppure a chi conosce bene Marco sembrava un fatto di cronaca assurdo. Il cantante sardo colpi di testa nella sua vita ne avrà fatti ma, tutti “legali”.

La notizia del suo arresto ha avuto più risonanza della sua vittoria a Sanremo. Quando fu il primo ragazzo uscito da un talent a vincere il Festival sconvolgendo il pregiudizio che ha tagliato le gambe a molto suoi colleghi.

MARCO INNOCENTE – Poi a distanza di ore è arrivato un aggiornamento suoi fatti che ha confermato la sua estraneità ai fatti forse supportato anche delle telecamere di sorveglianza. Ma allora come sono andate le cose perché Marco è finito in manette?

Le forze dell’ordine stanno ancora visionando i filmati delle telecamere di sorveglianza ma il giudice  non ha convalidato il fermo. Inoltre il cacciavite per rimuovere l’antitaccheggio è stato ritrovato nella borsa della donna 53enne che era alla Rinascente con Marco. A quanto pare il cantante non avrebbe commesso il fatto ma dovrà chiare la sua posizione al processo che si terrà a metà settembre.

Il furto sarebbe stato commesso da terze persone anche se Marco ha evitato di fare il nome per mezzo stampa.

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook