Terrorismo sventato attentato a Venezia: bomba sul ponte di Rialto




“Con Venezia guadagni subito il paradiso per quanti miscredenti ci sono qua, mettere una bomba a Rialto”, è una delle frasi intercettate da polizia e carabinieri.

Sono stati arrestati un gruppo di quattro kosovari sotto controllo da mesi dall’intelligence italiana. Le intercettazioni hanno fornito un piano preciso che vedeva coinvolta Venezia attraverso un attentato sul ponte di Rialto dove ogni giorno ci sono centinaia di persone. 

Uno dei 4 uomini arrestati aveva combattuto in Siria ed era tenuto sotto stretto controllo. In tutto sono 4: tre adulti ed un minore. Fisnik Bekaj, 24 anni, Dale Haziraj di 25,  Arjan Babaj, 27 anni, il predicatore e leader della presunta cellula. Ed un minore pronto a partecipare al piano terroristico.

A scatenare le intercettazioni incriminate l’attentato di Londra che ha suscitato l’interesse di 4 terroristi del Kosovo. Incitati dall’evento che ha riscosso un grande clamore mediatico hanno iniziato a progettare un loro atto terroristico. Tra le frasi intercettate: “Non vedo l’ora di giurare ad Allah. Se mi fanno fare il giuramento sono già pronto a morire”.

Il Bliz secondo Repubblica è: scattato ieri notte è durato 12 secondi, hanno partecipato i reparti speciali dei Nocs della Polizia e del Gis dei Carabinieri, in un’operazione coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia e antiterrorismo di Venezia, a riprova del fatto che i magistrati ritenevano i soggetti assai pericolosi. 

Questo articolo è stato scritto da Elisa BI. , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook