Sarah Scazzi Cassazione Sentenza: chiesta conferma degli ergastoli a Sabrina Misseri e Cosima Serrano




Oggi l’ultimo atto del caso Sarah Scazzi si attende la conferma della Cassazione.

La Superema Corte più confermare la sentenza di ergastolo oppure annullare la pena. Di conseguenza Sabrina e Cosima sarebbero scarcerate. La decisione potrebbe essere rimandata a domani mattina.  

Ad aprile 2013 la corte d’Assise di Taranto ha condannato Cosima e Sabrina all’ergastolo, verdetto confermato il 27 luglio 2015 dalla Corte d’Appello.  Franco Coppi, avvocato di Sabrina Misseri, si sta giocando la carta del reo-confesso Michel Misseri.

Sarah Scazzi scomparse il 26 agosto 2010 il suo corpo senza vita fu ritrovato in pozzo-cisterna 42 giorni dopo. La posizione del cadavere fu rivelata da Michel Misseri che a quanto pare occultò il corpo su richiesta di Sabrina e Cosima.

Coinvolto nell’occultamento anche il fratello di Michele, Carmine (condannato a 5 anni e 11 mesi di reclusione).

In primo e secondo grado  la condanna per madre e figlia fu di omicidio premeditato e aggravato in concorso.

Mentre per Michele Misseri di otto anni di reclusione per soppressione di cadavere.

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook