Il figlio di Lory Del Santo, Loren, era malato di anedonia




Lory Del Santo: “parlare di mio figlio per aiutare altre parsone che soffrono come me. Io voglio andare avanti ed aiutare gli altri”. Confessa a Verissimo.

Lory Del Santo con la voce spezzata dal pianto parla di suo figlio Loren morto suicida per una patologia mentale rara. Era nato con molte difficoltà perchè era prematuro ma poi la sua vita appariva normale tutto sembrava essere andato per il meglio. 

Da piccolo tendeva ad isolarsi e non era molto partecipe anche se molto intelligente e interessato al sapere. Ma non si aspettava che in futuro avrebbe mai sofferto di una patologia mentale. “Mio figlio aveva l’anedonia dalla nascita… ma lo abbiamo scoperto dopo”. 

Ma cos’è l’anedonia? E’ l’incapacità di un paziente a provare piacere, anche in circostanze e attività normalmente piacevoli come dormire, nutrirsi, le esperienze sessuali e il contatto sociale.

L’anedonia è considerata uno dei sintomi più indicativi dei vari disturbi e malattie mentali. In primo luogo i disturbi dell’umore e la depressione. Tale sintomo è uno di quelli maggiormente citati dai manuali per la diagnostica con criteri statistici (“DSM” e “ICD”) anche se in modo diverso. L’anedonia è considerata un sintomo di carattere accessorio, ma comunque significativo, nella diagnosi della schizofrenia e di alcuni disturbi di personalità.

La vita ha tolto troppo a Lory Del Santo prima Conor e poi Loren. Ma nonostante questo ha trovato una stampella per andare avanti: vivere per aiutare gli altri.

Le è stato consigliato dagli psicologi di non chiudersi in se stessa come ha fatto dopo la morte di Loren. Ma vivere tra la gente non isolarsi per trovare un nuovo scopo.

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook