Alberto vince il Grande Fratello 15 ed Aida resta seduta: un reality controverso




Vince Alberto nella finalissima del Grande Fratello 2018 contro Alessia e le sue smorfie.

Barbara d’Urso annuncia che farà un proclamazione del vincitore un po’ diversa. E noi, data l’ora, pensavamo che la busta del vincitore fosse consegnata direttamente a Mattino 5 per premiare Federica Panicucci. Infatti, Mattino 5, è stato l’unico programma che ha sostenuto quotidianamente il Grande Fratello. 

Invece, Barbara, continua con un auto-celebrazione e tira fuori uno stetoscopio ricordando la Dottoressa Giò, che a breve dovrebbe tornare in tv con una nuova stagione. Quindi dopo aver sponsorizzato a Pomeriggio 5 ed a Domenica Live il Grande Fratello nel finale del reality si auto-promuove per la nuova stagione da attrice.

Insomma un’edizione che molti hanno guardato per abitudine e per curiosità ma con pochissima passione ed attaccamento ad un protagonista del reality show.

Quindi per molti ha vinto il meno peggio e per altri ha vinto la normalità nell’esasperazione. Tutto è stato esasperato in questo GF: i sentimenti, l’abuso delle parole, la violenza e la maleducazione.

E’ l’unica edizione in cui c’è stata una fuga di massa degli sponsor. E, soprattutto, ci siamo stupiti nel vedere che neppure caffè Borbone, onnipresente in Mediaset al punto da essere una bevanda più pubblicizzata di Fitvita su Instagram, non abbia resisto ed abbia ritirato i suoi prodotti.

Così assistiamo ad un finale dove un 34enne trionfa e l’unica ad non alzarsi è Aida. La donna più egocentrica ed esasperante che abbia mai visto in tv.

Se inizialmente mi strappava un sorriso il suo atteggiamento mi ha ben presto stancato. Va bene tutto… ma non la maleducazione spacciata per un atteggiamento auto-celebrativo per apparire in tv.

La tv è intrattenimento, goliardia ma negli ultimi 20 anni è anche uno degli strumenti educativi più seguiti della nuove generazioni. Io sono fortunata perchè in tv ho potuto vedere l’eleganza di Corrado, l’ironia pungente di Vianello ma anche il sapere fare ascolti intrattenendo realmente il pubblico con Mike Bongiorno e Pippo Baudo. Ho sorriso e capito cosa vuol dire essere ironici e veraci con Sordi.

Le nuove generazioni cos’hanno?

Purtroppo poco, soprattutto, se si soffermano troppo davanti a quella tv che una volta era di pochi eletti e che, oggi, è di tutti coloro che sanno svendersi per una telecamera.

Questo articolo è stato scritto da Elisa BI. , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook