Teatro L’Arciliuto: lo spettacolo “Siamo tutte Frida”





Arriva al Teatro L’Arciliuto lo spettacolo “SIAMO TUTTE FRIDA” di e con Rosanna Fedele.1-2-3-4 Ottobre 2020Teatro L’arciliuto, piazza di Montevecchio 5, Roma.



Frida è una di noi. Siamo tutte Frida. Donne sofferenti, donne inquiete, donne tradite, donnetraditrici, donne devote, donne indecise, donne artiste, donne con un fuoco dentro che non si sacome farlo uscire per non sentirsi bruciare dentro.Frida è stata. Frida è. Frida sarà.

Lo spettacolo, in scena dall’1 al 4 ottobre presso il Teatro L’Arciliuto in piazza di Montevecchio 5 a Roma, si propone di ridare voce alla celebre pittrice messicana Frida Khalo. Sul palco la bravissima Rosanna Fedele, interprete ed autrice appassionata ed autentica in questa perfomance imperdibile.

L’attenzione è focalizzata sulla sofferenza della donna nei suoi ultimi momenti di vita: ultimimomenti nei quali Frida ripercorre le vicende più significative della propria esistenza. E’ un modoper dar voce a tutte le donne vittime di sofferenze fisiche, psicologiche e interiori, con uno sguardoattento verso l’artista e alla sua produzione solo come conseguenza e mezzo per esprimere il doloredi una vita.

L’essenziale quanto simbolica scenografia di “Siamo tutte Frida”, a cura di Alessandro Baronio,riscopre il lato intimo dell’artista, al di là del suo essere, ai nostri giorni, icona di stile.

I testi, cheripercorrono i patimenti di Frida Khalo, nello spettacolo sono liberamente tratti dal libro “Viva lavida!” scritto da Pino Cacucci.Nello spettacolo, la cui regia è affidata a Andrés Rafael Zabala, l’attrice si prodiga in performancepittoriche estemporanee guidate dal sentimento generato dalle parole di Frida, dal pathos che muovela mano di un’artista in relazione alle sensazioni che sta provando.

Ma non solo: lo spettacolopropone una colonna sonora fatta di canzoni scritte e composte da Rosanna Fedele, suonate ecantate dal vivo. I brani, che come in un musical, danno voce a pensieri nascosti, sono arrangiati edeseguiti dal vivo al pianoforte da Paolo Bernardi.

“Siamo tutte Frida” è un piccolo omaggio a Frida Khalo, alla sua storia. Per non dimenticarla, e conlei, non dimenticare tutte le donne che soffrono: con il corpo, e con il cuore; spesso, troppo spesso,fino a trovare, o a cercare nella morte, l’unico sollievo possibile.Teatro L’Arciliutoorari spettacolo giovedi 1 e venerdi 2 ore 21.30Sabto 3 e domenica 4 soppia ore 19.30 e 21.30


BIO Rosanna Fedele

Rosanna Fedele, una vita all’insegna dell’eclettismo. Disegnatrice, stilista, pittrice, cantante eattrice. Si dedica con successo al doppiaggio e alla recitazione.

E’ protagonista di diversicortometraggi e pubblicità e nel 2015 è protagonista del film “A Dark Rome” di A. R. Zabala cheottiene riconoscimenti e premi a livello internazionale (MFF di New York, Marbella InternationalFilm Festival per citarne alcuni). L’amore per la musica e il canto restano una costante sindall’infanzia.

L’amore, in gioventù, per i film “musicali” si tramuta in passione per il jazz. Nel 2010si dedica alla realizzazione del suo primo album “What is it For?”, titolo del brano originalecontenuto nel disco distribuito dalla Philology Records per la Revelation Series.

Il desiderio diespressione personale si fa sempre più forte. “Sogni Diversi”, un album in uscita a dicembre 2015,in collaborazione con il Paolo Bernardi Quartet, è il risultato di questo percorso nel quale lacantautrice mette in musica i propri sentimenti, dove le sonorità jazz sono di sostegno allacomplessità e alla bellezza della lingua italiana: un omaggio alle proprie radici, alla propria terra



Bio Pianista Paolo Bernardi

Nato a Roma, ha compiuto studi musicali classici, diplomandosi in pianoforte presso ilconservatorio “Respighi” di Latina; successivamente, ha affrontato lo studio della musica jazz sottola guida di validi maestri, quali Cinzia Gizzi, Riccardo Biseo, Rita Marcotulli e della composizione ​con Luigi Verdi, Alfredo Santoloci e Javier Girotto.

Si diploma in Musica Jazz e successivamenteconsegue la laurea di II livello in Jazz presso il Conservatorio “S. Cecilia” di Roma, sotto la guidadel M. Paolo Damiani col massimo dei voti e la lode.

Ha, all’attivo, numerose registrazionipubblicate da DODICILUNE, PHILOLOGY, ISMA RECORDS,SINFONICA JAZZ–NUOVACARISH,SIFARE,collana L’ESPRESSOREPUBBLICA con un progetto di Massimo Nunzi. Nel2008 nasce il PAOLO BERNARDI QUARTET. Con tale formazione si esibisce in prestigiosi localiromani e in rassegne nazionali significative, ottenendo un consistente riscontro positivo di critica.Laureato, con lode, presso l’università “La Sapienza” di Roma in Lettere moderne con indirizzomusicale, è giornalista pubblicista freelance.

Alessandro BaronioAlessandro Baronio, artista romano, umanista, animalista, sognatore, emozionato, viaggiatore disogni deragliati”, Alessandro Baronio è stato scenografo teatrale e per Xfactor, ha lavorato per Elisanel suo tour, per Marco Mengoni, Nina Zilli, Anna Oxa, Angela Finocchiaro solo per citarne alcuni.

E’ designer, ceramista, fotografo, restauratore e si occupa, tra le altre cose, di laboratori didattici conmateriali di recupero per ragazzi delle scuole. Attento alla forma, attento al valore artistico delprogetto cerca di coniugare sempre qualità e sostenibilità.



Bio regia Andrés Rafael Zabala

Andrés Rafael Zabala, nato in Argentina e cresciuto fra l’Austria e l’Italia, è laureato in Cinema eTv e diplomato operatore di ripresa. Nella sua carriera ha curato la regia di spot pubblicitari, videoaziendali, documentari,e reality show per Canale 5, RAI 2, Studio Universal, Tele+ e Sky.In qualità di filmmaker, ha all’attivo nove cortometraggi che si sono aggiudicati importantiriconoscimenti.

Il suo primo lungometraggio indipendente “A Dark Rome”, oltre ad essere statoselezionato in dieci festival nazionali e internazionali, ha vinto il premio “Best Thriller on 2015” alMacabre Faire Film Festival di New York.Andrés Rafael Zabala svolge da alcuni anni, parallelamente alla sua attività di regista, l’attività didocente di Regia e Cinematografia. Nel 2020 è uscito il suo libro “Registi disobbedienti – Lacinematografia di ieri e di oggi oltre le regole”. (Edizioni Efesto – 2020).Dopo la “La prima notte” scritta e diretta da lui stesso, “Siamo tutte Frida” è la sua seconda regiateatrale.2 allegati

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook