Nuova stagione FUORICLASSE del TEATRO DE’ SERVI




Nuova stagione FUORICLASSE del TEATRO DE’ SERVI dedicata alla drammaturgia contemporanea_ con la direzione artistica di Jacopo Bezzi e Massimo Roberto Beato.

Lo Spazio 18b, l’intima e vivace realtà teatrale, punto di riferimento culturale della Garbatella, guidato dalla Compagnia dei Masnadieri, cresce e si appresta ad iniziare una nuova importante avventura.

I direttori artistici ed organizzativi, Jacopo Bezzi e Massimo Roberto Beato, cureranno, infatti, anche la nuova stagione “Fuoriclasse” del Teatro de’ Servi, con variegate e interessanti proposte dedicate alla drammaturgia contemporanea.

“Immaginazione in movimento è lo slogan della Stagione 2019/20 del Teatro De’ Servi, lo storico palcoscenico romano che da anni offre al pubblico della Capitale divertimento e qualità”- sottolineano i direttori artistici Jacopo Bezzi e Massimo Roberto Beato – “da quest’anno la scelta di condividere il timone della stagione “Fuoriclasse” con la nostra Compagnia dei Masnadieri e con tutto lo staff dello Spazio 18B, ci riempie di orgoglio e ci gratifica del tanto lavoro e impegno profusi nell’offrire una proposta di giovane drammaturgia andando a pescare in un vasto “mare” di compagnie ed interpreti, validi, innovativi e soprattutto preparati. Una carrellata di spettacoli che metterà d’accordo un pubblico ampio e di tutte le età.”

Dieci spettacoli che affronteranno tematiche sentite e attuali sempre in bilico tra dramma e ironia, con brillanti interpreti. Una ricca selezione di nuova drammaturgia spiegherà le vele con comicità e svago, riflessione e dubbi, sogni e ambizioni, maternità, nevrosi declinate al femminile, grandi occasioni più o meno perdute, l’eterno scontro tra immaginazione e realtà; ed ancora, frammenti di vita con l’amore nelle sue più diverse declinazioni, il dramma della solitudine e la consolazione della speranza.

Si salpa il 14 ottobre con “Sul divano” di e con Marco Valerio Montesano, Michele Enrico Montesano e Francesco Pietrella, spettacolo selezionato direttamente dalla VI edizione del Festival under 25 “Dominio pubblico.

Dal al 6 novembre spazio invece al debutto romano di “Mein Kampf Kabarett” di George Tabori, diretto da Nicola Alberto Orofino: un folto cast per raccontare la storia di un giovanissimo Hitler pittore che divide  la stanza con due ebrei, tra ironia, satira e riflessione sociale.

La maternità, dimensione piccolo borghese e follia sono le tematiche affrontate da “Mummy” diretto da Renato Civello, dal 16 al 18 dicembre, mentre dal 6 all’ 8 gennaio Fabiana Fazio presenta il suo “Nevrotika Vol. 1-2-3”, un catalogo delle nevrosi contemporanee, un piccolo e ironico tuffo nelle nostre ansie, manie e ossessioni. Si passa poi, dal 27 al 29 gennaio, alla letteratura a teatro con “Il Deserto dei Tartari” di Dino Buzzati per la regia di Elisa Rocca, e al binomio vita/morte con “My Life” di Mirko Corradini, dal 17 al 19 febbraio.

Il mondo clownesco e le atmosfere circensi dominano la scena dal 9 all’ 11 marzo con “Clow-destini”, regia di Francesco Ragosta: i clown- destini esplorano  tutte le problematiche della vita reale, dalla discriminazione raziale al bigottismo. La vita reale e le sue dinamiche e problematiche sono protagoniste anche di “Petrolio” di Beatrice Gattai, dal 30 marzo al 1 aprile, e di “Naufragio” di Irene Gandolfi, diretto da Alessandro Businaro, dal 20 al 22 aprile.

Chiude la stagione il vincitore della stagione “Fuoriclasse 2018- 2019” Francesco Petruzzelli, il quale porta in scena dall’11 al 13 maggio il suo “Sarò greve”, una  Stand-up Comedy, tra  lettura e teatro canzone.

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook