Belgio: sparatoria a Liegi, uccise due poliziotte e uno studente di 21 anni




Al grido ‘Allah Akbar’ a Liegi in Belgio sono stati uccisi uno studente e due poliziotte.

Le due agenti sono state prese alle spalle del killer che poi ha sparato ad un giovane in auto. Si tratterebbe di uno studente di 21 anni.

Poi l’uomo avrebbe sequestrato una donna e si sarebbe asserragliato in un ufficio. Secondo le ultime notizie il killer sarebbe stato neutralizzato dalle forse dell’ordine.

La dinamica l’uomo avrebbe aggredito alle spalle con un coltello le poliziotte e poi sarebbe riuscito a rubare loro le armi da fuoco con le quali le avrebbe uccise. Con le stesse armi da fuoco avrebbe sparato uccidendo un giovane che si trovava fermo in auto ed avrebbe preso in ostaggio una donna. L’ostaggio pare fosse la donna delle pulizia della scuola in cui si è barricato.

Ci sono stati altri due feriti tra i poliziotti che hanno ucciso il killer asserragliato in una scuola.  La donna delle pulizie è uscita incolume. Secondo alcuni testimoni l’uomo avrebbe urlato ‘Allah Akbar’.

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook