The Voice of Italy 2016 Blind Audition e Giudici: in attesa di un vincitore‬ di successo




giudici the voice of italy emis killa max pezzali raffaella carra e dolcenera


The Voice, a parte il fenomeno suor Cristina famosa più per il suo abito che per la voce, non ha ancora sfornato un talento che ha avuto il successo di Marco Mengoni e Noemi (X factor) oppure Alessandra Amoroso, Emma, Marco Carta e Scanu e molti altri usciti dai talent. 

Raffaella Carrà, dopo il flop di Forte, Forte, Forte e le prime edizioni di The Voice, risponde a questo quesito dicendo che anche Amici ci ha messo qualche edizione premia di sfornare talenti riconosciuti da tutti. Diciamo che l’influenza delle case discografiche nelle ultime edizioni di Amici hanno influito molto sul “proseguo” degli artisti ma anche nelle selezioni.

Intanto noi aspettiamo ancora il talento che ‘sfonda’ post The Voice. I giudici di questa edizione?Dolcenera è troppo esasperata, Max Pezzali è molto pacato ma simpatico, Raffaella Carrà è Raffaella, Emis Killa è meno invadente di J.Ax ricorda più il moderato Fedez della sua prima edizione di X Factor. La cosa che più mi stupisce in negativo è la “gara” per accaparrassi il cantante. Troppa scena e poca sostanza. Alla fine i primi cantanti ascoltati non erano questi talenti incredibili da prendersi per i capelli pur di averli in squadra. Forse si accontentano un po troppo al contrario di Amici dove li massacrano proprio i talenti!

Solo i più forti reggono la “botta” delle critiche che nel talent di Maria De filippi sono all’ordine del giorno al punto da risultare esagerati difronte a veri talenti che non meritano un tale trattamento. Infatti molti talenti vengono proprio demoralizzati al punto che perdono ogni sicurezza nonostante l’indubbio talento perdendo una grande occasione di farsi conoscere. Ci vorrebbe una equilibrio tra “il massacro e il buonismo”.

Questo articolo è stato scritto da Elisa BI. , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook