Agosto 2015 Bufala Marte: pianeti e stelle visibili anche ad occhio nudo




rover curiosity ultime notizie marte  tramoto blu


Si legge oramai da anni sul web che nel giorno 27 agosto Marte sarà visibile in tutta la sua bellezza perchè sarà talmente vicino alla Terra che apparirà grande come la Luna. E’ l’ennesima Bufala su Marte apparsa sui social e sul Web. Ma quali pianeti riusciamo a vedere ad occhio nudo nel mese di agosto?

Innanzitutto dovete munirvi di una cartina con tutte le costellazioni per individuare con esattezza un pianeta anche se visibile ad occhio nudo e, soprattutto, tenete d’occhio l’orologio perchè ci sono ore prestabilite per vederli in base alla luce e alla posizione. La Luna è nuova il 14 e piena il 29 e questo ci ha concesso di vedere le stelle cadenti ma cosa ci consente di vedere il cielo in agosto?

Saturno sarà visibile ad occhio nudo anche se poco illuminato nella prima parte della notte prima di mezzanotte. Si trova nella Bilancia, ma attenzione nel corso del mese tramonta sempre prima. Se al tramonto abbiamo Saturno all’alba abbiamo Marte (che non sarà grande come la Luna) ma ben visibile ad est nel Cancro e, verso la fine del mese, sotto a Marte ci sarà anche Venere. Quindi i due pianeti metodologicamente innamorati tornano ad essere “vicini” o meglio ben visibili ad occhio nudo nel cielo, in contemporanea all’alba.

Cefeide, una stella che sta per giungere alla fine anche se molto giovane rispetto al nostro sole (5 milioni di anni), pur essendo nata solamente 26 milioni di anni fa. Si presume che potrebbe dissolversi in un’immensa esplosione come supernova, illuminando l’intera Galassia tra qualche milione di anni.

Ad ovest potrete ammirare la stella più luminosa del settore, Arturo, che ci guida a ritrovare le altre stelle del Bifolco. Arturo è una gigante rossa, ha una luminosità 113 volte superiore a quella del Sole, ma, una volta che si sia presa in considerazione la notevole quantità radiazione emessa nell’infrarosso da questo astro, risulta essere circa 200 volte più luminosa del Sole, il che ne fa l’astro più luminoso entro la distanza di 50 anni luce dal Sole.

Questo articolo è stato scritto da Elisa BI. , autore NotizieWebLive

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SULLO SPAZIO SONO ANCHE SU FACEBOOK!



Commenta su Facebook