Eclissi Solare 2015 per equinozio di primavera: Maya, Chichén Itzá, Kukulkan e serpente




eclissi solare 2015 equinozio di primavera maya serpente simbologia


L’insolita eclissi solare del 2015 si verificherà il 20 marzo 2015 quando viene celebrato anche l’equinozio di primavera. Secondo le antiche tradizioni l’eclissi solare rappresenta un cattivo presagio mentre l’equinozio rappresenta la vittoria della luce sul buio. Un evento in contrasto come avrebbero interpretato questo evento gli antichi Maya?

Sappiamo che i Maya hanno costruito nel sito archeologico di Chichén Itzá, la Piramide di Kukulkan è un’imponente struttura piramidale che riproduce il calendario maya: presenta nove terrazze sovrapposte divise in due da quattro scalinate centrali per un totale di 18 zone scoperte (18 sono i mesi del calendario Haab).

La somma dei gradini delle quattro scalinate e della piattaforma più elevata è 365. Agli equinozi di primavera e d’autunno, al calare e al sorgere del sole, gli angoli della piramide proiettano un’ombra a forma di serpente piumato (Kukulkan) lungo il lato ovest della scalinata nord ai piedi della quale si trova una scultura che raffigura la testa di Kukulkan.

Kukulkan era la divinità adorata dai Maya ma non era considerata magnanima anzi, per soddisfarla e prevenire le sue ire spesso venivano fatti sacrificio in suo nome. Il castello o piramide dedicato a questa divinità è presente a Chichén Itzá è costruita in modo molto particolare vi basterà battere le mani ai suoi piedi per sentire nell’eco il verso dell’uccello a loro sacro, quetzal.

Il popolo Maya associava l’eclissi come un fenomeno funesto e con l’avvicinarsi dell’evento che loro riuscivano a prevedere grazie al loro calendario nato dall’osservazioni dei pianti e delle stelle intensificavano sacrifici e cerimonie per compiacere gli dei del cielo.

Questo articolo è stato scritto da Giada Orsi , autore NotizieWebLive

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SULLO SPAZIO SONO ANCHE SU FACEBOOK!



Commenta su Facebook