Assistenza sanitaria nei viaggi all’estero tra app e guida interattiva




tessera sanitaria italiana TEAM assicurazione sanitaria all esteroIl Ministero della Salute ha predisposto due nuovi strumenti nell’ambito del Progetto EESSI-Electronic Exchange of social Security Information, finanziato dalla Commissione europea. Attraverso un app ed una guida interattiva potete ricevere diverse informazioni sull’assistenza sanitaria fornitavi nel Paese che vi ospiterà per una vacanza o per un impegno lavorativo. 

Molto spesso si cerca di capire come muoversi in caso di necessità in campo sanitario quando ci si trova fuori dall’Italia per un viaggio è dobbiamo ricorrere alle cure mediche.

Sul sito del Ministero della Salute

potete trovare una guida interattiva nella quale dovete inserire il Paese in cui vi trovate ed il motivo per il quale vi trovate in quel Paese. In automatico riceverete tutte le info relative al luogo nel quale vi trovate in vacanza o per lavoro.

Se vi recate in uno Stato dell’Unione europea o in Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera ricordatevi di portare con voi la TEAM (tessera europea assicurazione malattia) rilasciatavi dall’agenzia delle entrate. La parte che contiene l’assicurazione sanitaria in Europa è sul retro della vostra tessera sanitaria. In alcuni stati l’assistenza e gratuita ed attraverso i vostri dati, presi dalla vostra tessera sanitaria, il costo della prestazione medica viene addebitata direttamente al sistema sanitario italiano e voi non dovete pagare niente. In altri dovete anticipare voi il pagamento e poi chiedere il rimborso in Italia. In altri non vi è nessuna convenzione sanitaria con l’Italia quindi dovete pagare di tasca vostra la prestazione medica anche se si tratta di un’emergenza di primo soccorso.

In tutti i Paese dell’Unione Europea per Turismo: 

Se dovessi avere bisogno di cure mediche, presentando la TEAM o il certificato sostitutivo al medico, all’ospedale pubblico o alla struttura convenzionata, avrai diritto a tutte le cure medicalmente necessarie, anche se non sono urgenti (Nota 21 maggio 2004 – Regolamento 631/04 allineamento dei diritti); (Decisione S1 del 12 giugno 2009).

Le prestazioni sono gratuite, salvo il pagamento dell’eventuale ticket o di altra partecipazione alla spesa che è a tuo diretto carico e non rimborsabile.

Se, per una qualsiasi ragione, non hai potuto utilizzare la TEAM o il certificato sostitutivo provvisorio e nel caso in cui ti chiedessero di pagare le prestazioni, conserva le ricevute e l’eventuale documentazione sanitaria e al rientro in Italia potrai richiedere il rimborso delle spese sanitarie sostenute alla tua ASL di appartenenza che lo effettuerà in base alle tariffe dello Stato estero (Nota 30 agosto 2005 – modello E126 e tariffazione; Nota 28 luglio 2010 – Tariffazione e nuovi regolamenti).

Negli Emirati Arabi o negli Stati Uniti, Africa, Asia e Oceania per Turismo: 

Se ti rechi nel Paese selezionato per temporaneo soggiorno-turismo, ricordati che non è prevista alcuna forma di tutela da parte del Servizio Sanitario Nazionale (SSN).

E’ esclusa anche la copertura delle prestazioni di pronto soccorso, quindi ti consigliamo di provvedere –  prima della partenza –  alla stipula di un’assicurazione sanitaria privata.

 

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook