Viaggio in Australia guida turistica: cosa mangiare, cosa comprare




kangaroo island australia


 Australia oltre l’aspetto turistico dei luoghi.

Tutti conosciamo le bellezze della naturalistica Australia tra la fauna di Kangaroo Island e la suggestiva Uluru (Ayers Rock) passando dalla grande barriera corallina. Ma come muoversi nelle città australiane da Melbourne a Sydney passando da Adelaide?

Non è difficile trovare guide che illustrano le bellezze dell’Australia ma molti turisti partono con tour organizzati data l’estensione dell’Isola ma nel tempo libero si chiedono dove mangiare? Cosa mi conviene acquistare in Australia?

CIBO IN AUSTRALIA – Il cambio è favorevole con un euro di acquista un dollaro e mezzo australiano. Innanzitutto la cucina è molto variegata una cosa che potrete assaggiare in Australia è il canguro, che personalmente pensavo fosse una specie protetta invece sembra essere l’equivalente del nostro manzo. La carne in generale è una delle prelibatezze, soprattutto, se cucinata alla griglia. Ottimo anche il maiale. Il barbecue è una delle tradizioni più radicate nella cucina australiana quindi se amate la carne alla griglia qui sarete soddisfatti. Il pesce è freschissimo e spesso cucinato alla griglia o in piatti elaborati come zuppe o corpose insalate. Il canguro ha una carne dolce molto tenera. Ma potete assaggiare anche lo squalo e dil coccodrillo.

Attenti al “bush tucker” una cucina che utilizza verdure, animali, rettili e insetti autoctoni dalla tradizione indigena australiana. La bevanda tradizionale, in quanto colonia inglese, è il tè con alcune foglie di eucalipto per aromatizzarlo

Pavlova

Dolce Australiano: Pavlova

La Pavlova è una sorta di torta di meringa guarnita con panna e frutta fresca che anche noi italiani possiamo apprezzare. Ginger beer: un bevanda a base di zenzero. Lamington: rettangoli di pan di spagna ricoperti di cioccolato e cocco. Anones è una mela con un aroma di cannella.

Shrimps and mango salad: insalata di gamberetti e mango conditi con lime e maionese e serviti con frutti della passione, limone e olio.

Vegemiteontoast_largeVegemite: una crema scura a base di estratto di lievito e soia dal sapore aspro e forte. Ricorda un po’ la pasta di acciughe. Ve la offriranno ( per prendervi in giro) come la nutella australiana. Splmate sul pane con molto burro può essere quasi piacevole se amate i sapori decisi.

Kangaroo pie: strudel salato ripieno di merluzzo e cetriolini sott’aceto servita con una salsa al cheddar..
Pumpkin and macadamia soup: è una zuppa di zucca gialla con cipolla e olio di macadamia, mele, condita con yogurt e noci di macadamia. Io l’ho assaggiata a Kangaroo Island ed è molto buona. Consiglio anche il cheesecake: è pur sempre una colonia inglese!

Oysters soup. Zuppa di ostriche bollite e servite con una vellutata di pesce, condite con succo di limone e una purea di acciughe.
Surprise papaya. Una gioia per gli occhi è una papaia tagliata a metà che funge da coppetta per una macedonia di papaia e frutta mista e gelatina di Porto. Bere. Oltre alla birra ci sono succhi di frutta dal gusto particolare ed il latte viene spesso servito aromatizzato alla frutta ma anche alla vaniglia.

COSA COMPRARE IN AUSTRALIA. Molti negozi vendono artigianato fatto a mano molto particolari ma ricordatevi che gli orari dei negozi sono dalle 9 alle 17 da lunedì a sabato, fino alle 21 in alcune città il venerdì o il giovedì. Oilskin giacchetto australianoOilskin il capo d’abbigliamento più famoso d’Australia. Una giacca a vento molto usata con origini antiche. Maglioni lavorati ai ferri firmati da Vivian Chan Shaw e Liz Newman. I famosi stivali dei surfisti gli Ugg. In aeroporto sono originali ma costosi cercate nei negozi al centro delle città. Si possono fare ottimi affari. Ricordatevi che gli originali hanno l’etichetta made in Australia. Se cercate attentamente potete trovarli anche a 60- 80 euro.

Ugg scarponi stivali australia lana merinos impermeabiliI grandi periodi di saldi sono a fine giugno e dopo Natale. Nei negozi tax free chiedete che vi venga detratta subito l’Iva locale. Basta mostrare il passaporto e il biglietto aereo.

A Sydney, visitate i popolari mercati del fine settimana a The Rocks e i mercati della domenica nella zona della Sydney Opera House. Oppure il Sydney’s Paddy’s Market dove trovate di tutto dagli hugs all’elettronica fino a souvenir low cost. Chiude alle 18. Ma anche un bel giro a Chinatown può rivelarsi utile soprattutto per l’oggettistica. Anche il famoso centro commerciale Queen Victoria Building. A Sydney i principali centri commerciale sono collegati nei piani sotterranei. In una giornata di pioggia non disperate potete passare da un centro commerciale all’altro attraverso i piani seminterrati che sono anch’essi ricchi di negozi.

Visitare Queen Victoria Markets a Melbourne per acquistare capi in pelle, abbigliamento e regali. Oppure nel cuore della città ci sono i famosi centri commerciali enormi su più piani come David Jones. Non perdetevi le vetrine di Natale del centro commerciale Myer ricordano quelle proposte anche degli Harrods a Londra. Una sorta di villaggio animato con statuine e scene mobili. 

A Alice Springs non perdetevi il quartiere dell’arte a Parap, Darwin.

prodotti copro creme a base di eucalipto australia kangaroo islandCosmetici: ottime creme solari e repellenti per gli insetti molto efficaci più economici che in Italia. Creme naturali a base di eucalipto e ottimi prodotti antinfiammatori all’aloe vera. Sicuramente il loro repellenti per le mosche saranno vitali nelle località come il deserto o nelle oasi naturalistiche compresa la Great ocean road. Le mosche sono una vera tortura le conoscerete se visiterete Uluru in una giornata estiva. Saranno il vostro incubo! Ma ci sono sistemi pratici. 

caffe 7 eleven sydney melbourne ad un dollaroUn ottimo caffè? Sapete che all’estero il nostro espresso è raro e costoso. Bene nelle città australiane c’è la famosa catena americana 7 Eleven. Ottimo caffè appena macinato a solo un dollaro. Provare per credere! Prendete il regular è un po’ lungo per noi italiani ma il gusto è buono e corposo. Eventualmente ripiegate sull’ottimo cappuccino.

 

Questo articolo è stato scritto da Elisa BI. , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook