Lush Sapone Amore sostiene i diritti gay: selfie #GayIsOk




lush saponetta amore love soap campagna diritti gay


La nota casa cosmetica inglese, Lush, si schiera a favore dei diritti gay e mette in vendita nei proprio negozi in tutto il mondo una saponetta il cui acquisto andrà a supporto delle associazioni LGBT che lottano ogni giorno per il riconoscimento dei pari diritti.

Dal 25 giugno al 5 luglio i negozi Lush chiederanno ai propri clienti di rispondere alla domanda “E se il tuo amore fosse illegale?” incoraggiandoli a postare sui social un selfie con Amore, il sapone dorato e l’hashtag #GayIsOk.

Oltre ad essere una campagna, si pone il traguardo di raccogliere a livello globale £250.000, è anche un evento per sensibilizzare l’opinione pubblica sul riconoscimento dei diritti gay.

 Purtroppo in molti Paesi è ancora illegale essere gay, come se amare fosse un crimine, e per questo in alcuni negozi Lush del mondo, la saponetta Amore non potrà essere venduta a causa delle leggi anti-gay vincolanti. Ma Lush non si arrende è promuove con determinazione (ove possibile legalmente) il riconoscimento dei diritti gay. Un applauso a Lush per questa campagna attivista che denota una presa di posizione importante quando ancora nel 2015 si parla di intolleranza verso le persone omosessuali.

I saponi Lush rispettano anche i vegani, infatti, i loro prodotti sono su base vegetale, non contengono olio di Palma e vengono assemblati a mano.

La profumazione del saponetta Amore? Riprende un vecchio profumo della Lush che si chiama Love ha note di limone, lemongrass, bergamotto, mela, cannella, cassia, gelsomino, rosa, ylang ylang. Un motivo in più per acquistare questo tripudio di profumi nati per una causa importante. Tutti suoi social con il selfie #GayIsOk con “Amore” di Lush. 

 

Questo articolo è stato scritto da Elisa BI. , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook