Pensioni: vigili del fuoco dimenticati. CONAPO: “noi corpo più penalizzato”




sindacato-dei-vigili-del-fuoco-pensioni-stimpendio


Delusione per il fatto che anche questa volta i vigili del fuoco sono stati dimenticati in materia di pensioni.

Roma, 1 ottobre 2016 – Il sindacato Conapo dei vigili del fuoco ha espresso “delusione per il fatto che anche questa volta i vigili del fuoco sono stati dimenticati in materia di pensioni”.

Siamo il Corpo dello Stato più penalizzato. Ha dichiarato il segretario generale Conapo Antonio Brizzi. Senza i dovuti riconoscimenti dei servizi operativi ai fini pensionistici. Ma, attenzione, non chiediamo privilegi.

Ma solo ciò che è giantonio-brizz-segretario-generale-del-canapo-sindacato-vigili-del-fuocoà riconosciuto a tutti gli altri Corpi.

Tra cui il meccanismo dei 6 scatti pensionabili che hanno tutte le forze armate di polizia.  Altrimenti diventeremo i pensionati più poveri.

Da tempo lo chiediamo invano al premier Renzi e ai ministri Alfano, Madia e Poletti dai quali auspichiamo un incontro perché lo stato non può continuare a trattarci come un corpo di serie B. Non solo siamo il corpo peggio pagato ma anche quello con meno attenzione pensionistica“.

Brizzi si dice anche “dispiaciuto del fatto di non aver sentito, da parte dei sindacati Cgil-Cisl-Uil presenti alla trattativa, richieste di sanare la grave situazione dei vigili del fuoco“.

Ricordiamoci che i Vigili del Fuoco sono stati gli angeli di Amatrice. Il loro lavoro instancabile ha salvato la vita a centinaia di persone sia nel recente terremoto del Centro Italia che nei precedenti sismi. Ma ogni giorno salvano persone coinvolte in incidenti di forza maggiore come alluvioni che nella normale vita quotidiana.

Questo articolo è stato scritto da Elisa BI. , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook