Caso Vigili di Roma malati a Capodanno: Marino linea dura, vigili in sciopero




Caso Vigili di Roma malati a Capodanno: Marino verso i licenziamenti


Il sindaco di Roma, Marino, non esclude la possibilità di licenziare i vigili che nella notte di Capodanno si sono detti malati in massa. Di certo verranno esaminati i casi e verranno applicate le dovute misure con severità per l’increscioso episodio. 

Il Sindaco Marino ha dichiarato: “Con una percentuale che si avvicina al 90% credo sia difficile immaginare che sia casuale. O c’è un’epidemia di cui le autorità sanitarie italiane non sono ancora a conoscenza, e mi sembra assai improbabile, oppure è stata un protesta organizzata e un’azione negativa nei confronti della città. Credo che questo umili il corpo della polizia locale, l’amministrazione e faccia fare una brutta figura alle tante persone che in Campidoglio ogni giorno si impegnano“.

Ma a cosa si deve questo assenteismo di massa? Nessuno ha chiesto ai vigili la motivazione di questa “epidemia”. Pare che sia una sorta di protesta a causa delle questioni contrattuali, soprattutto la mancata equiparazione alle altre forze dell’ordine.

Matteo Renzi su Twitter: “Leggo di 83 vigili su 100 a Roma che non lavorano ‘per malattia’ il 31 dicembre. Ecco perché nel 2015 cambiamo le regole del pubblico impiego #Buon2015″. Il governo minaccia azioni disciplinari ed i vigili sono pronti a scioperare in massa.

Questo articolo è stato scritto da Ruben Dutti , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook