Cisterna di Latina: agente uccide moglie per gelosia




Ennesimo femminicidio tra le notizie di cronaca di oggi. Questa volta si parla di Cisterna in provincia di Latina dove un agente penitenziario ha ucciso la moglie per gelosia e poi si è tolto la vita.

Ennesimo litigio in una situazione già tesa che sembrava doversi evolvere in una separazione non in una tragedia.

L’omicidio suicidio è avvenuto in una palazzina in via Machiavelli vicino al centro di Cisterna.

L’uomo originario di Messina era in sevizio nel carcere di Velletri e proprio con la sua pistola di ordinanza ha sparato alla moglie di soli 35 anni, poi si è tolto la vita.

Una tragedia che ha scosso la piccola cittadina che si stringe intorno ai due figli di sei e sette anni della coppia che non erano in casa quando il padre ha perso la testa.

Questo articolo è stato scritto da Maurizio Coletta , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook