Genova: chiusi 11 negozi di parrucchieri irregolari cinesi




Genova: dopo l’alluvione giunge la notizia della chiusura di ben 11 negozi di parrucchieri cinesi a valle di alcune irregolarità riscontrate dagli inquirenti.

Secondo le ultime indiscrezione pare che i negozi si avvalessero di attestazioni di partecipazioni a corsi professionali contraffatte, necessari per poter aprire il negozio ma ‘clonati’ da alcuni rilasciati in Sicilia e Puglia.

Ben 19 parrucchieri cinesi sono finiti sotto indagine da parte dei Nas di Genova coordinato dal pm Scorza Azzarà.

Sono accusati di aver usato documenti falsi per l’apertura del negozio e per questo sono state disposte le chiusure di ben 11 esercizi.

A questo punto ci si chiede se non vi sia altro magari anche l’uso di materiali irregolari, ma al momento non sono giunte altre accuse.

Questo articolo è stato scritto da Alessio Menichetti , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook