Gioielliere di Milano spara ad un ladro minaccia sua figlia: è legittima difesa?




antonio martin e la polizia di St. Louis


La dinamica del gioielliere è chiara e potrebbero confermare la tesi di legittima difesa. Ho fatto di tutto per difendere la mia famiglia, mia figlia e mia moglie” ha detto Rodolfo Corazzo.

Hanno minacciato sua figlia di 11 anni ed hanno minacciato di ucciderli se non consegnava loro tutto. Il gioielliere gli aveva dato tutto quello che aveva ma i ladri erano incontentabili ed armati.

Gli avevo dato tutto, in casa non avevo niente ma loro insistevano minacciandomi, hanno cercato di intimidire anche mia figlia che ha 11 anni, l’hanno portata al piano di sopra e le hanno detto ‘se tuo papà non ci dice dove sono i soldi gli taglieremo le dita’. Ci hanno tenuti un’ora e mezza sotto la minaccia di una pistola, loro hanno sparato sei colpi con una pistola che io avevo nel caveau, io ho sparato solo tre colpi, i primi due sono andati a vuoto, con il terzo ho colpito uno di loro ma senza prendere la mira“.

Questo articolo è stato scritto da Denny Cannacioli , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook