Gwyneth Paltrow: “Brad Pitt mi ha salvata da Weinstein”




Anche Gwyneth Paltrow: vittima a soli 22 anni del produttore Weinstein. Ma intervenì Brad Pitt a salvarla.

L’attrice fa un racconto risalente un episodio del 1996 in un’intervista radiofonica di Howard Sternè Sirius XM. Conferma che all’epoca era fidanzata con Brad Pitt ed è stato proprio lui ad intervenire contro il potente produttore intimandolo di lasciarla stare. 

Ma andiamo per gradi una giovanissime Gwyneth Paltrow inizia la sua carriera nel mondo del cinema. Arriva un ruolo molto importante. Ovvero il ruolo di Emma nel film omonimo tratto dal romanzo di Jane Austen.

Weinstein la invitò in hotel e le chiese di fargli un massaggio erotico. L’attrice si rifiutò. Ma aveva paura di ritorsioni da pare del produttore. Così se in un primo momento ne rimase scioccata poi ne parlò con Brad Pitt. All’epoca era il suo fidanzato.

Brad Pitt alla prima occasione affrontò Weinstein e lo intimò di lasciare stare l’attrice minacciandolo. Gwyneth racconta di come Brad Pitt mantenne il controllo con le azioni ma con le parole fu netto: “Se la farai sentire di nuovo a disagio io ti ucciderò”, o qualcosa di simile”. Racconta Gwyneth Paltrow. 

Questo articolo è stato scritto da La Redazione , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook