Rimborsi pensioni: a chi spetta, come funziona, come si chiede?




soldi rimborsi pensioni pensione


RIMBORSI PENSIONE – Tante le domande dei pensionati italiani dopo lo sblocco dei rimborsi sulle pensioni. A chi spetta? Come chiederlo e riceverlo?

I rimborsi delle pensioni avverrà in maniera automatica e spetteranno a coloro che hanno un pensione minima. Scatterà il 3 agosto, coprirà solo il 12,4% di quanto realmente perso. “Il governo ha deciso di restituire solo 2,1 miliardi di euro. Pertanto, ai circa 4,5 milioni di pensionati interessati, l’Inps erogherà solo il 12,4% di quanto dovuto”.

Ma chi riceverà il rimborso? I pensionati italiani che nel 2011 e nel 2012 hanno percepito trattamenti pensionistici compresi fra 3 e 6 volte il minimo, riceveranno automaticamente dall’Inps i rimborsi per gli arretrati e otterranno la rivalutazione della loro pensione mensile a partire dalla rata in pagamento ad agosto 2015 e infine un’ulteriore rivalutazione dell’importo mensile a partire dal 1 gennaio 2016.

Le pensioni superiori a 3 volte il minimo e pari o inferiori a 4 volte il minimo, fino dunque a 1500 euro, percepiranno dal 1 agosto una rivalutazione complessiva una tantum di 796,27 euro. In particolare saranno restituiti 210,6 euro per il 2012 e 447,2 per il 2013. Per il 2014 e 2015, invece, la restituzione sarà pari rispettivamente a 89,96 euro e 48,51 euro.

Questo articolo è stato scritto da Maurizio Coletta , autore NotizieWebLive


Commenta su Facebook